Calendario

Gennaio 2012
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 06.01.12

06 Gen 2012 
 


Che putiferio è venuto fuori sulla riduzione degli stipendi dei nostri Parlamentari....adesso sono tutti schierati sulla difensiva per difendersi lo stipendio: destra, sinistra e centro.
Intervistati singolarmente, davanti alle telecamere, tutti dicono di essere disposti a tagliarsi un po' di soldi poi, quando i riflettori si spengono, le cose cambiano del tutto.
Insomma, i nostri politici non si smentiscono mai, neanche ora che le classi più deboli e vulnerabili sono state sacrificate sull'altare della patria. 
Non sono disposti a togliersi nulla. Così spavaldi da non fare neanche un cenno in direzione del sacrificio che però è stato preteso dal resto degli Italiani.
Secondo il mio modesto parere, ora si andrà ad approvare l'abolizione dell'articolo 18 e le varie sigle sindacali hanno alzato un polverone proprio prima di Natale per cui il Governo si troverà costretto ad abolirlo quell'articolo e, altri diritti che gli operai faticosamente si erano conquistati in anni di battaglie, spariranno nel vuoto.
Verranno meno quei diritti acquisiti e anche questo contribuirà a togliere potere alla classe operaia e quella fetta numerosa della nostra società sarà ancor più indebolita e torneremo indietro anziché progredire.
Racchiudo tutto in una parola: corruzione.
Bisogna trovare un fronte unico, riuscire ad unirci al di fuori degli schemi classici della politica e trovare delle strade alternative. Una nuova soluzione indipendente che non sia controllata.
Non c'è più tempo da perdere, siamo fuori tempo massimo e se non riprenderemo in mano le redini del nostro paese, rischieremo di trovarci ad affrontare una crisi che ci condurrà ad una rivoluzione di piazza violenta.
Il malcontento diffuso rischia di essere incanalato e sfruttato da chi ha pochi scrupoli morali che ci faccia all'improvviso ritornare agli anni 60 o 70: guardate che il rischio è alto e ci sono frange che spingono in questa direzione.
Dobbiamo premere per azzerare questa classe politica con la loro arma preferita: la Democrazia.
Buttiamoli fuori dai loro palazzi dorati e privilegiati.
Facciamo quanta più possibile propaganda pacifica che adotti soluzioni logiche di contrasto.
La strada da percorrere è a senso unico, non abbiamo più molte soluzioni.

Buona Befana.
Massi


Massi · 180 visite · 0 commenti
Categorie: Cat