Calendario

Gennaio 2012
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatori: 2

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 22.01.12

22 Gen 2012 
 

Ho aspettato un attimo ad esprimere una mia idea su quello che è accaduto all'isola del Giglio.
Certo, è tutt'ora presto, però quello che emerge è già molto preoccupante.
Le varie etnie che prestavano il loro servizio a bordo delle navi, lo sfruttamento totale degli stranieri: persone che vengono pagate 3 euro all'ora. Certo, vitto e alloggio incluso, forse... uno sfruttamento a cinque stelle. I campi di cotone americani non sono tramontati. I campi di sfruttamento al sud per la raccolta dei pomodori, delle arance e così via.
Ci meravigliamo tanto per questo modo di operare, aspettiamo che accada la tragedia per accorgerci di tutte le porcate, le vergogne e gli sfruttamenti.
A noi Europei piace andare in crociera, piace che le offerte siano alla portata di tutti, essere trattati come dei principi, spendere pochissimo per un trattamento faraonico.
Ma non ci fa comodo chiederci, interrogarci come tutto questo possa essere così a buon mercato. Chiudiamo gli occhi, giriamo la testa dall'altra parte e se ci conviene fingiamo di non vedere.
Saliamo su queste mega navi e pretendiamo di essere serviti e riveriti.
Per far sì che questo avvenga, ci deve essere dietro un movimento di nuovi schiavi, nuovi sudditi al nostro servizio.
Navi che muovono miliardi di euro all'anno, un mare di soldi del cui flusso tutti se ne approfittano. Meno chi lavora in prima persona.
Tutti sapevano che queste navi deviavano dalla loro rotta originale e sicura per fare un saluto alle varie isole ma nessuno ha mai sollevato il problema, nessuno delle capitanerie di porto ha mai detto niente e ora tutti se la prendono con il Comandante Schettino.
Sapevano delle manovre azzardate, dello sfruttamento sistematico, dei suicidi del personale di bordo, e le condizioni di vita intollerabili del personale.
Questo mi riporta alla memoria gli schiavi incatenati alle triremi romane, solo che oggi queste situazioni mi paiono ancor più peggiori di quanto non lo fossero centinaia di anni fa, comunque analoghe.
Ed è deplorevole che tutto questo possa accadere con il bene placito di tutte le più alte istituzioni, in nome di un guadagno sfrenato e lo sfruttamento dei più deboli.
Noi andiamo in ferie a prezzi stracciati a spese di altri, senza porci domande e mettendo a tacere le nostre coscienze per un puro tornaconto di carattere economico.
Noi, pur di risparmiare denari saremmo disposti a fare qualsiasi cosa e tacitare le nostre già fin troppo intorpidite coscienze.

Ma andiamo avanti.
Massi

Massi · 153 visite · 1 commento
Categorie: Cat