Calendario

Gennaio 2012
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatori: 2

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 17.01.12

17 Gen 2012 
 

Discutere di precari, assunzioni, licenziamenti, lavoro e altre cose di sicuro importanti, non risolverà i veri problemi poiché ci stiamo soffermando su quello che, secondo me, è la conseguenza di una politica e di una strategia sbagliata all'origine.
E' chiaro che nessuna delle persone che ci governano ha interesse ad affrontare realmente questi problemi: non gli va di discutere o ammettere che la nostra politica, basata sullo sfruttamento dei più deboli, ogni come oggi è inefficace.
Non ci si può più arricchire attraverso la sottomissione, e oggi noi Italiani, come gran parte degli altri stati, non intendiamo basarci sulla sudditanza come i paesi arretrati o meno sviluppati di noi.
Vige ancora una certa supremazia dell'Occidente, ma non più così incisiva come in passato, noi ora non ci possiamo permettere di vivere e continuare a sfruttare gli altri paesi meno industrializzati e ricchi di materie prime.
Dobbiamo farcela da soli, con le nostre forze.
Dobbiamo riuscire ad essere e diventare un paese autosufficiente.
L'America stessa, nonostante tutti i conflitti armati che sta sostenendo con la scusa di portare la Democrazia in paesi ricchi di materie prime, si trova in difficoltà.
Non riesce più a garantire quegli introiti passati e, le entrate sono tali da non riuscire a giustificare le spese.
Le guerre, lo sappiamo bene, si costruiscono a scopo di sfruttamento e siamo oltremodo moralmente colpevoli, se coinvolti nostro malgrado nelle stesse guerre per le quali, in Italia, spendiamo miliardi di euro e non ne ricaviamo nulla.
Questo nuovo assetto mondiale: la Cina, la Russia, tutto l'Oriente che sta emergendo...paesi che oggi sono ai primi posti per tecnologie e ricchezze....ci dovrebbe far capire che un Unione Europea non ha più senso.
I presupposti per una coesione non ci sono più e, se mai ci fossero stati non sarebbero stati in grado di generare un'alleanza così improbabile.
L'Unione Europea la si veda dunque per ciò che è realmente: un fallimento.
E la situazione peggiorerà ancor più se non cambieremo ideologia e non ci apriremo a tutti quei paesi emergenti che potrebbero aiutarci ad uscire dalla crisi, anche se questo comportamento non piacerebbe all'America che sta veleggiando anch'essa verso il sicuro fallimento.
Prima riusciremo a prender coscienza di tutto questo e prima riusciremo a cambiare il nostro corso storico e soprattutto sociale.

Buona cena
Massi


Massi · 86 visite · 0 commenti
Categorie: Cat