Calendario

Dicembre 2011
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 16.12.11

16 Dic 2011 


Come previsto viene chiesta la fiducia. Tutti borbottano e si lamentano.
A nessuno piace questa manovra ma quasi tutti la voteranno.
E sarà uno scherzetto ben congegnato, una mossa perfetta per impoverire ulteriormente chi già è a corto di soldi.
Spero che adesso l'attenzione non venga deviata o manipolata perché i politici tutti, alla fine, non si diminuiranno gli stipendi e il tempo che si sono presi servirà loro per studiarsi le mosse necessarie per non perdere neanche un euro alla fine della bagarre....oppure si toglieranno una cifra irrisoria di qualche centinaia di euro? Mah...
Così, saremo tutti contenti.
Del resto il nostro Parlamento è un'associazione di personaggi che si sentono intoccabili e superiori a noi semplici elettori. Arroganti al punto tale che, quando vengono rivolte loro delle domande scomode, rispondono seccati, con maleducazione e supponenza. Dovrebbero sedere lì in Parlamento in nostra vece curando i nostri interessi invece...curano i loro.
Ah quanto vorrei che sempre più Italiani si ribellassero a questo sistema di pochi sui molti, un sistema internazionale basato su questi principi che ci sta conducendo alla rovina.
Siamo entrati in un ingranaggio che ci sta stritolando e chi non ne viene stritolato? I Grandi Poteri che ora, grazie alla crisi, si stanno arricchendo nell'ombra sfruttando i cui meccanismi conoscono alla perfezione.
I periodi di crisi sono previsti, orchestrati a puntino, studiati al tavolo.
E noi, mossi come miseri pedoni sulla scacchiera mai in modo casuale.
Com'è possibile che anche in momenti così difficili qualcuno riesca a guadagnare centinaia di milioni di euro?..
La "manovra" più semplice da adottare, la soluzione per deviare la nostra attenzione è quella di creare un forte allarme sociale.
Magari mi sbagliassi e fossi in errore pur assistendo già ai primi gesti violenti, avvertimenti e minacce all'indirizzo delle istituzioni.
Questo ci impedirà di far sentire la nostra voce, di usare la Democrazia per cercare di cambiare le cose. Democrazia, una parola ormai smembrata.
Ci alziamo, andiamo a lavorare (chi ha la fortuna), poi andiamo a dormire, non nomino il pranzo e la cena per rispetto di chi uno dei due è costretto a saltarlo.
Ecco a cosa è ridotta la nostra Democrazia.
Alla schiavitù.
Tenete conto che, in certi periodi della storia, gli schiavi erano più considerati e ben trattati di noi.
Questa è una falsa Democrazia con falsi politici a cui dico basta anche oggi.

Massi. 

Massi · 98 visite · Lascia un commento
Categorie: Cat