Calendario

Dicembre 2011
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 14.12.11

14 Dic 2011 



In questi periodi di difficoltà, recessione economica e via dicendo, in un momento di così grande crisi è logica conseguenza che le tensioni sociali esplodano, e giusto ieri ho scritto che l'uso e il ricorso alla violenza non sono la strada da percorrere.
Sia chiaro che non nutro sentimenti di benevolenza o simpatia nei confronti dei nostri politici. Anche a me farebbe bene al morale poterli prendere a sberle e cacciarli via, purtroppo però sarebbe controproducente perché è proprio ciò che i politici si augurano.
Ieri qualcuno si è messo a sparare su degli extracomunitari, oggi sono stati arrestati degli appartenenti ad un gruppo di destra, domani chissà cosa accadrà...
Quando il malcontento è così alto è inevitabile che si arrivi agli estremi, la storia ce lo insegna:
le brigate rosse di sinistra, gli estremisti di destra e prima ancora, in Europa, il Nazionalsocialismo e qui da noi il Fascismo. Tutti questi movimenti estremisti sono nati in un periodo simile al nostro di grande malcontento generale.
Vero è che la situazione attuale non è ancora a quel livello ma pensate ad un padre di famiglia che non ha di che sfamare la tribù: credete forse che si rassegni facilmente alla situazione o avrebbe una qualche reazione dettata dalla disperazione?
Poi, la scusa della violenza viene strumentalizzata dai politici che si sentono autorizzati ad adottare misure d'emergenza. E così ci fanno passare dalla parte del torto!
Ma attenzione che non sia proprio da loro a partire la scintilla, che non siano loro sotto sotto a fomentare in modo occulto le violenze per poter poi adottare le contromisure necessarie. Questo permetterebbe loro di riacquistare prestigio e continuare a fare i propri interessi.
Dobbiamo più che mai stare attenti a non cadere nei loro tranelli.    
E' con la parola che possiamo avere la meglio.
Solo usando la ragione e la loro tanto declamanta Democrazia che potremo veramente cambiare le cose in meglio, altrimenti ci condanneremo a ripetere gli stessi errori del passato.

Siete sempre più numerosi e vi ringrazio di cuore per l'appoggio.
Buona serata
Massi

Massi · 100 visite · Lascia un commento
Categorie: Cat