Calendario

Febbraio 2012
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829    

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 13.02.12

13 Feb 2012 
 


La Grecia avrà il suo prestito e ne siamo tutti contenti. 
Solo il popolo greco lo è un po' di meno e la stragrande maggioranza dei cittadini non vuole più far parte dell'Unione Europea.
In pratica i soldi verranno versati ai politici, quegli stessi che hanno contribuito a rovinare il paese. E, un domani, questi soldi dovranno essere restituiti da qualcuno, ovviamente dal popolo.
La spartizione avverrà tra i potentati greci e così i ricchi saranno molto più ricchi e i poveri si ritroveranno con un mare di debiti da restituire. Il fatto è che il popolo non è più sovrano ad Atene. E pensare che proprio lì, ad Atene, nacque la Democrazia: è un segnale molto triste, preoccupante e nefasto per tutti noi.
Pensate che il popolo ateniese sta manifestando contro l'oligarchia che si è impossessata del potere con l'appoggio dell'Europa  e l'aiuto dell'esercito. I politici sottomessi all'Europa stanno remando contro i propri cittadini.
La situazione si presta ad un facile paragone con l'Italia poiché la causa prima della crisi greca si addossa alla corruzione generalizzata facendo da specchio riflesso.
Qui da noi la corruzione è addirittura più radicata di quella greca solo che noi siamo più ricchi di loro ed ecco perché la crisi ci ha colpito in un modo meno estremo, meno grave.
Anche se, riflettendo meglio, personalmente non attribuisco la causa del fallimento greco soltanto alla corruzione: sarebbe troppo semplice ma è ovvio che a noi si dica questo poiché è talmente facile dare la colpa a politici corrotti.
E' tanto più difficile dire che la causa è l'Unione Europea, è più difficile dire che la causa è la speculazione o che le banche e gli sciacalli che ci governano ci porteranno sempre più vicini alla schiavitù del 21° secolo.
Ormai di questo si tratta: dovremo imparare a vivere con le briciole che ci daranno pagando i debiti che i potenti scaricheranno sulle nostre spalle per poterci asservire.
Credo che in Grecia si arriverà alla Guerra Civile tra non molto.
Come si possono dare dei soldi in prestito a quelle stesse persone che l'Europa accusa di corruzione?
Come si possono dare dei soldi a dei ladri?
Prima la Comunità Europea ha accusato la politica greca di aver portato il paese sull'orlo del fallimento, poi si è opposta alle elezioni, e infine ha preferito dare i soldi agli stessi che prima accusava.....incredibile!
E non è un caso, tutto deciso a tavolino da poche persone scavalcando del tutto il volere democratico del popolo.
Quella che si vive in Grecia è una dittatura appoggiata dai militari a tutti gli effetti.
E vedo il parallelismo con l'Italia ahimé, che tra non molto, nonostante la bella pubblicità che tutti i media fanno intorno al governo Monti, si troverà in seri guai e noi compresi, indeboliti fino a non avere più voce.

Corriamo ai ripari finché è ancora possibile.
Massi


Massi · 178 visite · 0 commenti
Categorie: Cat