Calendario

Febbraio 2012
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829    

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 12.02.12

12 Feb 2012 
 


Le varie crisi che si susseguono e che occupano le prime pagine dei vari giornali e notiziari, sono sicuramente allarmanti, ma è anche vero che la neve ha creato non pochi disagi in certe, e per fortuna poche, città e che la legge potrebbe far uscire circa tremila ladri di galline agli arresti domiciliari: nonostante tutte queste gravissime emergenze, a mio avviso, sono bruscolini rispetto al rischio che alcune persone si tolgano la vita a causa della crisi...
Molto poco, anzi niente viene detto rispetto ai numerosi suicidi la cui causa è stata la crisi. Persone comuni, lavoratori che si uccidono perché dopo i sacrifici di una vita intera e dopo aver pagato tasse su tasse, si ritrovano rovinate grazie alla crisi che di certo non è responsabilità delle vittime, ma della malapolitica e dei grandi dirigenti italiani.
Basti pensare che alla presidenza degli industriali c'è una tale Marcegaglia che ha più di uno scheletro nei suoi armadi: i soliti reati degli industriali e cioè l'evasione e altre sciocchezze di questo tipo....
Ebbene, questa signora vorrebbe avere la pretesa di rappresentare la categoria e dare consigli agli altri. Ma in Italia tutto può essere per cui, una donna multimilionaria, che cercava di non pagare il dovuto, vorrebbe venire da noi a farci la morale e a dirci che i gravi sacrifici che ci vengono richiesti, sono necessari.
Un ladrone straricco che dice ad un onesto lavoratore di non rubare e di vivere con niente.
Questo è solo uno fra i tanti esempi da osservare, una delle miriadi di assurdità che incontriamo nel nostro paese. Ma è la realtà che stiamo vivendo e che per pigrizia abbiamo permesso che s'imponesse. Che i corrotti salissero al potere con il loro sistema mentre noi, distratti da calcio, consumismo e così via, ci lasciassimo andare a quel vuoto di attenzione....e il paese prendeva una certa direzione....
Oggi però siamo ad un punto in cui dovremmo decidere se cambiare rotta guardandoci attorno e cercando quelle soluzioni alternative al governo Monti che, per quanto cerchi di non farci uscire dall'euro con le sue belle manovrine, mantiene salde le posizioni di corrotti e ladri. Dovrebbe darci da pensare il fatto che i massimi corrotti diano fiducia ed appoggio a quel governo, che ne dite?
Ecco lo stato delle cose.
Confidiamo nel fatto che passato quest'inverno rigido, ci ritroveremo nelle piazze a chiedere giustizia per quanto accade.
Ora persino il clima ci è avverso e fa il loro gioco, però appena ci saranno condizioni metereologiche più favorevoli, ci faremo sentire, eccome!
Quest'anno è destinato ad essere più duro del precedente, ci dicono i nostri politici, e di conseguenza saranno molte di più le persone scontente che riempiranno le piazze.
Speriamolo.
Massi.

Massi · 171 visite · 0 commenti
Categorie: Cat