Calendario

Febbraio 2012
LunMarMerGioVenSabDom
 << <Ago 2017> >>
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829    

Avviso

Chi c'é online?

Membro: 0
Visitatore: 1

rss Sindicazione

Affissione degli articoli inviati il: 01.02.12

01 Feb 2012 
 

I nostri beneamati politici anche stavolta non si sono tolti niente: hanno fatto bei proclami, che si stanno anche loro sacrificando....che pagliacci...
Vi garantisco che è la parola migliore che mi viene in mente, sono talmente compromessi e venduti che non hanno più freni, limiti di decenza, onestà.
Sono dei ladri, punto a capo.
Ma dove hanno trovato il coraggio per annunciare il taglio ai loro stipendi che non è vero? Questo dovrebbe farci pensare.
Nessuno dei nostri politici ha detto che questo taglio è falso, non ho sentito dichiarazioni sincere da parte di nessun dirigente politico del tipo Bossi che è all'opposizione, o di Di Pietro che anch'egli cavalca l'onda oppositiva che lo mantiene alla ribalta. Nessuno si è sbilanciato a proposito di questa farsa.
Credo che Di Pietro quando vuole sa' dove trovare le telecamere per denunciare una presa in giro di questa portata, fatto strano che non si siano visti i soliti onesti di questo periodo. Si sono defilati.
Ora non si abbia timore di dichiarazioni poiché ne avremo fino alla noia, in ritardo, ma le avremo, statene certi.
Quello che Massi si chiede è: perché continuiamo a pagarli?
Perché siamo così stupidi?
Perché sopportiamo tutto questo?
Siamo la maggioranza e non contiamo niente.
Purtroppo hanno molti mezzi loro, tutti i mezzi possibili per depistarci e farci scontrare tra di noi.
Ci scanneremo fra poveri, ci metteranno gli uni contro gli altri e non arriveremo a nulla.
Beh, la mia speranza è riposta nei giovani, nelle loro difficoltà e forse non tutto il male viene per nuocere.
Spero aumentino le difficoltà, la crisi, la fame e che la disperazione arrivi a livelli veramente inaccettabili, tali da innescare quella rivolta e quella richiesta di equità vera di cui abbiamo bisogno.
Se la nostra politica fosse onesta e limpida, con le risorse dell'Italia e la nostra ricchezza, saremmo il paese più ricco del mondo. Purtroppo veniamo manipolati dalla stampa e dalle televisioni che ci indirizzano e ci guidano come branchi di pecore.
Spero che i giovani si uniscano a quei lavoratori cinquantenni senza lavoro, che formino un movimento nuovo, rivoluzionario, indipendente e che, come prima parola della sua costituzione metta la lettera O di onestà!
C'è solo una certezza, amici, la disonestà totale di tutti i nostri politici, nessuno escluso. E se un politico oggi fa carriera è perché è disonesto e, davanti a certe cose, si gira dall'altra parte.
Ribelliamoci a tutto questo.
Troviamo il modo e ribelliamoci.

Massi

Massi · 157 visite · 0 commenti
Categorie: Cat